Il missionario p. Mario Zarantonello in visita a Cefalù

p. Mario Zarantonello, missionario da trentasette anni in Sierra Leone dove dirige, a Lunsar, una   Scuola Secondaria Superiore  e un Centro di Formazione Professionale con oltre 1600 allievi , sarà, per la prima volta in Sicilia, ospite della Comunità Giuseppina di Cefalù.

L’ENGIM (Ente Nazionale Giuseppini del Murialdo), quale Organizzazione Non Governativa, collabora con p. Mario e sostiene le attività dei Giuseppini in Sierra Leone con i propri progetti sin dagli anni ‘70.

Durante il breve ma intenso soggiorno cefaludese, abbiamo il piacere di invitare all’incontro di testimonianza missionaria gli alunni delle classi III dell’Istituto Comprensivo Nicola Botta e l’intera    cittadinanza sui  temi della solidarietà, dei diritti umani e della cooperazione internazionale allo         sviluppo.

Qualche tempo fa’, p. Mario ci ha raccontato:

“ Vi voglio raccontare di un episodio che ci ha fatto capire l’importanza del dono disinteressato e dell’aiuto che diamo ai nostri ragazzi. Yusifu è un nostro ex allievo. Lo abbiamo accolto nella nostra scuola e gli abbiamo trovato una borsa di studio… E’ cresciuto pieno di volontà e desiderio di        apprendere. Con il nostro aiuto ha trovato subito un impiego con una compagnia straniera e finito il contratto si è dato da fare per trovare qualcos’altro per sostenere la famigliola che nel frattempo si era formato. Tutt’oggi è impegnato nel suo lavoro. La domenica prima di Natale, un padre saveriano,      passato di qui, ci ha consegnato una busta. Apertala abbiamo trovato 500.000 leoni (pari a quasi 100€) e un bigliettino con su scritto: “perché possiate aiutare qualcuno povero come lo ero io”, Yusifu.      

Stupenda solidarietà e riconoscenza.

Per noi missionari è stata una ricompensa che non ha prezzo e per voi benefattori la consapevolezza che ogni aiuto dato porta a grandi benedizioni”.